Novembre 2, 2020 12:50 pm

“In arrivo un’ondata crescente di NPL per le banche italiane

Francesco Paolo Bellopede è in carica dall’inizio del 2019 come Country Manager per l’Italia per Debitos, la piattaforma di compravendita crediti con sede a Francoforte. Nell’intervista parla delle tematiche affrontate al congresso nazionale di Verona dedicato agli NPL&UTP, della collaborazione di Debitos con doValue e delle conseguenze della crisi COVID-19 per le banche italiane.

 

Francesco, lei ha partecipato al congresso NPL&UTP di Verona (Link) il mese scorso. Quali sono stati i principali argomenti discussi durante l’evento?

Il principale argomento discusso è stato il trend del mercato NPL e UTP, con un focus specifico sul mercato italiano. Hanno partecipato banche, autorità di vigilanza, l’ex Ministero delle Finanze ed investitori finanziari coinvolti in questo settore. Ho partecipato ad una tavola rotonda durante la quale sono stati affrontati i temi di UTP e delle nuove piattaforme per il mercato secondario degli NPL.

 

Francesco Paolo Bellopede

Quali sono le conseguenze che le banche italiane si aspettano alla luce dell’attuale crisi dovuta al COVID-19?

Le banche italiane si aspettano un’ondata crescente di NPL – diverse fonti stimano tra i 60 e gli 80 miliardi di euro. Si prevede che le prime insolvenze si verificheranno a partire dal primo o dal secondo trimestre del 2021, a seconda di quando saranno abolite le attuali moratorie dello Stato italiano sui prestiti e sugli altri sussidi temporanei. A seguito della crisi causata dal COVID-19, si parla di possibili fusioni tra le grandi banche nazionali e dell’istituzione di bad bank nazionali sulla scia di quanto già fatto in passato. In occasione dell’evento di Verona, si è anche acceso il dibattito sugli accantonamenti prudenziali e su una nuova definizione di default durante questa pandemia per evitare effetti pro-ciclici sul settore finanziario.

 

Quale ruolo possono svolgere le piattaforme di compravendita crediti per far fronte ad una crisi di NPL?

Durante la nostra tavola rotonda, Debitos e doValue hanno sottolineato che il lancio di doLook è stato di grande aiuto per gestire un numero crescente di nuove piccole posizioni deteriorate utilizzando strumenti digitali e attraverso un processo d’asta standardizzato e trasparente. Il portale doLook è partito con 500 aste attive nel maggio 2020, crescendo fino a più di 11.000 ad ottobre 2020. Ciò dimostra che le piattaforme NPL possono essere una risorsa preziosa in vista di una possibile nuova ondata di NPL dovuta alla crisi del COVID. Inoltre, la piattaforma può raggiungere un maggior numero di piccoli e medi investitori aggregando i mercati locali NPL attraverso un portale user-friendly e gratuito all’interno della piattaforma Debitos.

 

E qual è la percezione dei principali stakeholder, ad esempio i regolatori europei?

Le piattaforme per la compravendita di NPL sono state uno dei principali argomenti di una recente discussione ad una tavola rotonda europea. I principali regolatori come la BCE, l’EBA e la Commissione Europea probabilmente raccomanderanno a breve l’adozione di meccanismi di risoluzione standardizzati e trasparenti per far fronte all’aumento dei volumi di NPL dovuto alla crisi causata dal COVID. C’è una forte attenzione su questo argomento da parte dei principali stakeholder come banche, servicer, fondi ed investitori, in particolar modo in Italia dove i tribunali sono stati chiusi per diversi mesi nel 2020 a causa del Coronavirus. Processi di risoluzione extragiudiziali come la vendita di crediti attraverso l’utilizzo di piattaforme potrebbero rappresentare una situazione vantaggiosa sia per i venditori che per gli acquirenti di singoli crediti.

 

Qui potete vedere un’intervista di Francesco condotta dalla giornalista finanziaria di SkyTg24 Mariangela Pira in occasione dell’evento di Verona.

Questo post è stato scritto da Jens Secker

(Diritti d'immagine: istockphoto.com/saiko3p)

Lascia un commento

indietro

Debitos Newsletter

Iscriviti subito ai alla Newsletter per essere sempre aggiornato su tutti i prossimi appuntamenti.

Registrati qui